Verbena bonariensis Raccolta semi

Verbena bonariensis Raccolta semi

La verbena bonariensis è un’erbacea perenne che nei climi freddi e umidi, dove le temperature scendono molto al di sotto dello zero, va considerata come annuale, visto che in tali condizioni potrebbe morire durante l’inverno. La verbena bonariensis è conosciuta anche come verbena patagonica, dal nome della zona da cui proviene. Fra le erbacee perenni la verbena spicca per la sua abbondante fioritura protratta da inizio estate all’autunno.

Raccolta semi di Verbena bonariensis semi

La raccolta semi di Verbena Bonariensis avviene quando il fiore ha raggiunto la sua massima essicazione.

Considerato il portamento esile e slanciato della verbena bonariensis è possibile abbinarla a qualsiasi pianta erbacea nel giardino o nelle bordure fiorite, senza entrare in competizione con esse. Se questa specie viene associata alle graminacee, caratterizzate da foglie lineari, spiccheranno i suoi fiori violetti. Questa pianta produce moltissimo seme e spesso si dissemina spontaneamente in giardino. La raccolta del seme viene effettuata a fine estate quando sono visibili i capolini floreali ormai quasi sfioriti. Basterà scuoterli su un recipiente pulito o reciderli e scuoterli successivamente per liberare il seme ormai maturo e secco. Da notare che quando il seme non è maturo, non si stacca facilmente dall’infiorescenza (questo vale per quasi tutte le piante).

Una volta raccolto il seme sarà necessario farlo asciugare bene prima di conservarlo per la primavera successiva. Basterà esporlo al sole per un paio di giorni per completare l’essiccazione. Il seme della verbena bonariensis è molto piccolo e di colore marrone rossiccio/ocra. La semina di questa specie deve essere effettuata necessariamente quando le temperature cominciano ad alzarsi, nel mese di maggio. Infatti questo tipo di verbena ha bisogno di temperature più calde per germinare. Quando le piantine sono nate e hanno raggiunto l’altezza di circa 8-10 cm vanno cimate manualmente per favorire l’accestimento basale. In questo modo si formeranno cespi più fitti con fioriture più abbondanti.

 

Author: Isolalarga

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>